banner
banner

Nova Eroica Gran Sasso è il nuovo e inedito evento all road di livello nazionale ed internazionale nel cuore dell’Appennino italiano con percorsi che si snodano tra valli e altipiani, sugli antichi tratturi, le strade bianche usate fin dall’antichità per la transumanza delle greggi. Un’occasione per scoprire un territorio ricco di natura e storia in sella alla bici e all’insegna dell’avventura. Dalle verdi vallate coperte di boschi si sale fino alle fonti, abbeveratoi pastorali dove sgorga acqua freschissima tra le vette più alte del nostro Appennino. Poi si scende a valle, tra i Borghi del Parco del Gran Sasso: Castel del Monte, Castelvecchio Calvisio, Barisciano, Calascio con la sua Rocca, Santo Stefano di Sessanio fino alla maestosa piana di Campo Imperatore e agli oltre 2000 metri della cima Pantani. Questi i luoghi ricchi di storia e memoria che saranno sabato 17 settembre l’emblema della prima edizione di Nova Eroica Gran Sasso. Uno spettacolo autentico che si prepara ad avvolgere i tanti appassionati delle due ruote con bici da strada e gravel su quattro percorsi alla loro portata e di puro sogno, anche per i meno allenati. Nova Eroica Gran Sasso è un imperdibile appuntamento di sport con il turismo emozionale legato strettamente all’evento: un modo per congedarsi dall’estate al fresco del “gigante che dorme”!

  • Percorso di Campo Imperatore: 89 km, presenta un dislivello importante ma con salite sempre pedalabili e lunghi tratti di strada bianca. Ci si inerpica fino in alta montagna, per poi far ritorno tra i meravigliosi borghi di Santo Stefano di Sessanio, Castelvecchio Calvisio, Castel del Monte e Calascio, con la sua imperiosa Rocca a far da cornice, per assaggiare i famosi arrosticini e degustare un buon bicchiere di Montepulciano d’Abruzzo.
  • Giro della Rocca di Calascio: 44 km, un percorso affascinante per ammirare il castello da più prospettive, un alternarsi di dolci saliscendi.
  • Percorso del Santuario di Giovanni Paolo II: 133 km che racchiudono tutto il Parco Nazionale del Gran Sasso ed è solo per bici gravel. La Rocca di Calascio appena dopo lo start, tutta la piana di Campo Imperatore, il rifugio Racollo con i suoi sconfinati pascoli, il valico di Monte Cristo che ci proietta verso la Valle del Vasto. Strade bianche a scoprire prima la chiesa di S.Clemente e poi quella di S.Pietro della Ienca eretta oggi anche a Santuario di Giovanni Paolo II, Papa che in questi luoghi soleva ritirarsi in preghiera e passeggiare nei boschi. A seguire il Passo delle Capannelle, il Monte Stabbiata con i suoi tornanti bianchi fino alla piana di Collebrincioni. Verdi panorami appenninici da togliere il fiato, e poi ancora il borgo di Santo Stefano di Sessanio e Castelvecchio Calvisio …un percorso dalle forti emozioni.
  • Percorso della Piana di Campo Imperatore: 84 km e solo per bici gravel, attraversando luoghi che circondano silenziosamente l’altipiano

L’evento sarà pubblicamente presentato martedì prossimo, 13 settembre alle ore 15,00, presso l’auditorium di Palazzo Silone, sede della Giunta regionale dell’Abruzzo all’Aquila, dal presidente Marco Marsilio, insieme all’assessore allo Sport Guido Liris.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com