banner
banner

C’è anche la Regione Abruzzo tra i soggetti che hanno sottoscritto oggi all’Aquila, presso la sede del Consiglio regionale, l’accordo di collaborazione tra le Reti Europee in Abruzzo nell’ambito del progetto “L’Unione europea in Abruzzo”. L’intesa vuole aprire una nuova fase della comunicazione che permetta di agevolare l’accesso dei cittadini agli strumenti di crescita e conoscenza che l’Europa mette a disposizione. Obiettivo della Rete, promossa dalla Commissione europea, è quello di riunire tutte le reti europee emanate da Bruxelles nel settore della comunicazione europea, dell’informazione e dell’animazione territoriale presenti sul territorio. Le Reti europee, rappresentate da associazioni, società e enti, sono organizzazioni che agevolano l’incrocio tra l’offerta che arriva dall’Europa e la domanda che proviene dai territori. S’intuisce dunque l’importanza di un disegno che permetta di mettere in pratica una comunanza di interventi di tutte le Reti europee che operano in Abruzzo. Gli enti che hanno sottoscritto l’accordo di collaborazione sono: la Regione Abruzzo, presente con la rete Eures, Euro Guidance e PES il network dei Centri per l’impiego; la Camera di commercio Gran Sasso d’Italia e l’Agenzia di sviluppo della Camera di commercio Chieti Pescara; il comune dell’Aquila; le Università di Teramo e Chieti Pescara; il Consorzio Punto Europa. A rappresentare l’Europa nella sottoscrizione dell’intesa c’era Antonio Parenti, Capo rappresentanza della Commissione europea in Italia. L’azione comune delle Reti Europee permetterà in questo modo di far conoscere ai giovani e ai cittadini le opportunità che mettono a disposizione le risorse europee veicolate sui territori dalla programmazione regionale e, in via indiretta, da quella nazionale. Far comprendere i bandi e le opportunità di investimento può rappresentare la chiave di volta per una crescita omogenea e coordinata dei territori ma soprattutto pone le condizioni per un miglioramento della vita dei cittadini. 

Lascia un commento