banner
banner
banner

Conferenza stampa, dopo l’approvazione della finanziaria che delinea il quadro economico, finanziario e sociale dell’Abruzzo per i prossimi tre anni, del Presidente Marsilio che ha dichiarato: “E’ stato un anno straordinario per l’Abruzzo speriamo che il prossimo sia ancora migliore. Quello appena approvato è un bilancio che rappresenta una garanzia per tutti: imprese e sociale sono al centro della nostra azione. Ringrazio i consiglieri per il supporto, l’aiuto costante e i suggerimenti e gli uffici per il lavoro di affiancamento alle indicazioni politiche. Abbiamo gettato le basi per affrontare un nuovo anno in cui ci sarà bisogno di venire incontro alle esigenze di tante famiglie, lavoratori, imprese, scuole, università, strutture sanitarie mantenendo fermo lo sguardo verso il futuro economico di questa regione. Con l’insediamento del governo Meloni abbiamo già visto i primi risultati con l’attenzione rivolta dal governo nazionale verso la nostra regione. Dimostriamo di aver fatto cambiare passo a questo territorio. Il nuovo bilancio comprende interventi importanti che vanno a coprire ulteriormente esigenze che si sono manifestate nel corso dell’anno e che hanno incontrato la sensibilità dell’amministrazione regionale, pronta a intervenire prevedendo le risorse. Le principali novità sono individuate per dare un forte segnale di attenzione ai cittadini. Possiamo dire, senza ombra di dubbio che si tratta del bilancio più sociale nel suo complesso che sia stato mai approvato dalla Regione Abruzzo nella sua storia, non c’è mai stato un bilancio che abbia riservato tanta attenzione nei confronti delle categorie più deboli, più bisognosi con finanziamenti e integrale scorrimento di graduatorie. Fortunatamente, alla fine, si è scesi sul piano del confronto ragionevole aldilà dei tentativi di sterili polemiche”.

Presenti, tra gli altri, anche il vice Presidente Emanuele Imprudente, l’assessore (ormai dimissionario) Guido Quintino Liris eletto Senatore della Repubblica, l’assessore alle politiche sociali Pietro Quaresimale e il Sottosegretario Umberto D’Annuntiis, il consigliere regionale Marco Cipolletti, il direttore generale Antonio Sorgi e il dirigente del servizio Bilancio e ragioneria, Fabrizio Giannangeli.

L’adozione del Bilancio di Previsione per il triennio 2023/2025 evidenzia una movimentazione complessiva nella sola gestione di competenza di entrate e spese per circa 14 miliardi di euro nel triennio, con stanziamento di maggiori dotazioni per complessivi 202 milioni di euro circa, tra maggiori entrate e minori spese.

Un emendamento da sottolineare, in particolare, di questa sessione di bilancio è lo sblocco di 5milioni di euro che per il 2023 saranno destinati alle famiglie con basso ISEE per contrastare il caro bollette. Raddoppiati aiuti alle piccole e medie imprese artigiane.

Il Bilancio di Previsione 2023/2025 tra gli interventi maggiormente significativi riporta nell’ambito delle oltre 400 nuove dotazioni previste:

Incremento risorse LR 23/2021, per interventi di contrasto allo spopolamento dei comuni montani pari a 5,5 milioni di euro per il triennio 20223/2025;

Esenzione IRAP alle ONLUS per una spesa di 3,6 milioni di euro nel triennio;

Aumento dotazioni contratto di servizio con Abruzzo Progetti SpA per circa 2,4 milioni di euro nel biennio 2023/2024;

Incremento risorse in favore dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile pari a circa 11 milioni di euro per il triennio, per importanti interventi di prevenzione;

Ulteriori 20 milioni di euro circa nel triennio 2023/2025, per importanti interventi di contenimento del rischio idrogeologico, di erosione della costa, di manutenzione dei porti e degli alvei fluviali e più in generale di prevenzione dei fenomeni naturali;

Stanziamento di maggiori risorse per oltre 50 milioni di euro nel triennio 2023/2025, per il cofinanziamento di programmi nazionali e comunitari;

Anticipazione di credito Azienda per il Diritto agli Studi Universitari Chieti-Pescara di 2,9 milioni di euro nel 2023, per realizzazione una nuova residenza per studenti;

Maggiori dotazioni per il servizio di trasporto pubblico locale per circa 30 milioni di euro per il triennio 2023/2025;

Stanziamento di ulteriori 2,345 milioni di euro per la chiusura delle gestioni liquidatorie ex USL risalenti nel tempo;

Stanziamento di 4 milioni di euro per scorrimento graduatorie Borse di Studio;

Stanziamento di circa 2,8 milioni di euro nel biennio 2023/2024 per sedi regionali e contributo straordinario di 1 milione di euro all’ARAP, per contrasto emergenza caro utenze;

Contributo straordinario Istituto Zooprofilattico di Teramo per acquisto apparecchiature laboratorio di analisi per accertamenti diagnostici riguardanti i diversi settori merceologici di interesse, ambientali, alimentari, di allevamento e le attività zootecniche e di colture vegetali.

banner

Lascia un commento