banner
banner

La certificazione di “Parco del Benessere” e lo sviluppo di progetti di turismo accessibile e sostenibile e di educazione  ambientale: sono queste le finalità alla base della delibera con cui il Parco nazionale Gran Sasso e Monti della Laga ha  formalmente aderito al progetto ” Abruzzo regione del Benessere”. Il documento, a firma del presidente dell’Ente, l’avvocato Tommaso Navarra e del direttore, Alfonso Calzolaio, è stato approvato lo scorso 2 agosto. Si tratta della prima intesa di un progetto varato nei mesi scorsi dalla Regione Abruzzo e che sta muovendo i primissimi: ” Abruzzo regione del Benessere” è ritenuta centrale nell’azione del governo regionale guidato dal presidente Marco Marsilio, avviato in virtù dell’articolo 41
della legge finanziaria regionale 2020 e si svilupperà attraverso una pluralità di azioni. Gli obiettivi, tra l’altro, riguardano il miglioramento della qualità della vita della comunità e dei cittadini a livello regionale, dalla prevenzione sanitaria all’educazione alimentare, passando per la qualità ambientale, la riqualificazione del territorio per arrivare ad un nuovo brand turistico, basato sull’esperienzialità, la valorizzazione delle tipicità naturalistiche e storico-culturali regionali, un beneficio in particolare del territorio a rischio marginalizzazione economica e demografica. Tra le iniziative figura anche la creazione di una bio-bank, una banca dati per studiare le caratteristiche metaboliche e genomiche dei centenari abruzzesi, per finalità di ricerca. Soggetto attuatore del progetto per conto della Regione Abruzzo è l’Agenzia regionale della Tutela ambientale (Arta) diretta dall’avvocato Maurizio Dioniso, con la partnership dell’Università di Teramo. “La ambiziosa azione trova molteplici punti di contatto proprio con le aree protette abruzzesi – sottolinea il direttore generale, Dionisio -, per tale motivo questa intesa assume una valenza ancora più significativa. È comunque solo il primo passo di tante altre iniziative tese a dare concretezza ad un progetto che pone la Regione Abruzzo all’avanguardia tra gli enti regionali italiani”. Navarra spiega che “abbiamo aderito con profonda conoscenza a questo importante progetto che unisce, già nel titolo ed ancora meglio negli articolati contenuti, tutti i temi di azione propri anche del nostro Ente. La tutela ambientale ha consentito alla nostra regione di conservare uno straordinario patrimonio, anche di segno culturale, di biodiversità e di benessere. Ciò lo si deve alla nostra Comunità Identitaria, alle sue tradizioni, al suo ‘buon vivere’ rispettoso del valore dei luoghi. Oggi il progetto in questione sintetizza al meglio i valori in campo e le potenzialità assolute proprie della nostra regione”.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com