banner
banner

Arresti domiciliari per un 43enne di origine Rom e residente ad Avezzano. Era stato condannato ad un anno e mezzo di reclusione per lesioni personali, furto aggravato e sfruttamento della prostituzione. Tutti reati commessi nella capitale tra il 2014 e il 2018, recentemente passati in giudicato e cumulati nelle pene per ordine della magistratura che ha quindi disposto la restrizione definitiva. L’uomo dovrà scontare la parte residuale di una pena inflitta dal Tribunale di Roma. I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Avezzano lo hanno subito rintracciato presso la sua abitazione avezzanese e, dopo la notifica del provvedimento giudiziario e le operazioni di fotosegnalamento, lo hanno sottoposto alla detenzione domiciliare. Le prescrizioni imposte nei confronti del detenuto, che non dovrà lasciare il proprio domicilio, saranno oggetto di verifica da parte dei Carabinieri impegnati nei pattugliamenti quotidiani.

banner

Lascia un commento