banner
banner

Dopo il grande successo della Prima nazionale al Teatro Cortesi di Sirolo torna finalmente a Popoli, dopo due rinvii consecutivi causa avverse condizioni meteo e Covid, al Teatro comunale nei giorni 6, 7 e 8 Settembre alle ore 20,15 il nuovo spettacolo della Compagnia Drammateatro “La Locandiera”, la famosissima commedia di Carlo Goldoni portata in scena in una intrigante riscrittura contemporanea del regista Claudio Di Scanno. Un progetto fortemente voluto dal Centro Studi Drammaturgici Internazionali “Franco Enriquez” di Sirolo che ha inteso così omaggiare la messa in scena de La Locandiera con la regia di Franco Enriquez, protagonista Valeria Moriconi, nell’edizione del 1965 prodotta dal Teatro Stabile di Torino, affidando a Claudio Di Scanno la realizzazione di una edizione contemporanea. Una scrittura drammaturgica che il regista abruzzese, nomination del Corriere della Sera ai Premi Ubu nel 2009 e più volte Premio Franco Enriquez, orienta verso la ricerca di un corpo centrale del testo di Carlo Goldoni, nel quale innesta alcuni segni biografici estratti dalle Memorie goldoniane di Giorgio Strehler.

Ad interpretare il ruolo della protagonista Mirandolina è una brillante Susanna Costaglione e con lei in scena un gruppo affiatato di attori: Fausto Morciano nel ruolo del Cavaliere di Ripafratta, Ivan Marcantoni (Fabrizio), Beatrice Giovani (una Comica, anche il Conte d’Albafiorita), Rebecca Di Renzo (altra Comica, anche il Marchese di Forlimpopoli), Pierluigi Lorusso (il Garzone). Un cast molto ben assortito, dove si intrecciano esperienze differenti capaci di dialogare sul filo di una composizione scenica particolarmente ritmica e spumeggiante.

La fase produttiva del progetto La Locandiera si esprime anche attraverso il rapporto di collaborazione tra la Regione Marche e la Regione Abruzzo, tra i Comuni di Sirolo e Popoli. È questo un elemento fortemente lungimirante, soprattutto in un’epoca contraddistinta dalla crisi pandemica nonché da quella economica, e che mette in rilievo la capacità di tessere positive relazioni produttive tra enti pubblici e realtà artistiche e culturali di due regioni limitrofe. Preziosa, inoltre, la collaborazione con il Teatro Marrucino di Chieti che ha ben supportato alcune esigenze legate all’allestimento dello spettacolo.
Per informazioni e prenotazioni, esclusivamente via WhatsApp, i numeri di riferimento sono 347.7937963 e 333.1107187.
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com