banner
banner

Stringere i tempi per effettuare la manutenzione ordinaria e straordinaria e riaprire il centro polifunzionale Canada, la struttura di Coppito a L’Aquila, realizzata nel post-sisma e che rappresenta “un servizio fondamentale per gli studenti universitari per attività di studio, ricreative e sportive”.

Con questa finalità l’Azienda per il diritto allo studio universitario (Adsu) dell’Aquila, con determina del 3 aprile a firma del neo direttore, Paola Di Salvatore, ha affidato la progettazione dell’intervento, da concludere entro una settimana, all’ingegnere Gianluca Cherubini, per un importo afferente a tutti gli incarichi tecnici pari a complessivi 9.568,00 euro.

“Il nostro obiettivo è di riaprire la struttura in tempi molto brevi – spiega il presidente, Eliana Morgante, – Siamo coscienti che il centro polifunzionale sia molto importante per i nostri studenti”.

L’incarico è stato affidato in modo diretto, come prevedono le norme vigenti, essendo l’importo sotto la soglia economica oltre cui necessita la gara o la ricerca di mercato, ferma restando però l’esigenza che siano scelti soggetti in possesso di pregresse e documentate esperienze analoghe a quelle oggetto di affidamento, anche individuati tra coloro che risultano iscritti in elenchi o albi istituiti dalla stazione appaltante, comunque nel rispetto del principio di rotazione.

Entro una settimana dal conferimento dell’incarico, il professionista dovrà effettuare il rilievo dello stato di fatto dell’immobile, effettuare l’analisi ed eventuali modifiche del Piano di Manutenzione, progettare opere, lavorazioni e attività necessarie alla riapertura del centro polivalente, quindi garantire la direzione dei lavori e il coordinamento per la sicurezza predisponendo, infine, il Piano di manutenzione ordinaria e straordinaria a cui assoggettare l’immobile dalla riapertura in poi. La struttura è stata chiusa lo scorso 22 dicembre.

Lascia un commento