banner
banner

PRATOLA PELIGNA – Un anno e due mesi di reclusione più il pagamento delle spese processuali. E’ questa la pena inflitta dal giudice monocratico del Tribunale di Sulmona, Irene Giamminonni, ad un 23 enne di Pratola Peligna, processato ieri con rito abbreviato, chiesto ed ottenuto dal suo avvocato difensore, Fabio Guido. I fatti risalgono al 23 aprile del 2022 quando gli uomini della Guardia di Finanza di Sulmona, dopo aver notato un post su instagram che ritraeva la sostanza stupefacente, pubblicato proprio dall’imputato, fecero irruzione nella sua abitazione dove si trovava ristretto agli arresti domiciliari, sempre per procedimenti legati alla droga. Nel corso della perquisizione personale e domiciliare furono sequestrati 474 grammi di marijuana e 507 grammi di hashish, oltre al materiale per confezionamento della sostanza, per un totale di quasi un chilo di droga. A casa del giovane pratolano si trovava un suo coetaneo che, alla vista dei finanzieri, tentò la fuga dal balcone, rimediando alcune fratture. Per quest’ultimo il processo è stato sospeso in attesa dell’esito della messa alla prova mentre per il 23 enne è arrivata la condanna a 14 mesi di reclusione, tenendo conto della scelta del rito.

Lascia un commento