banner
banner
banner

SULMONA – Il 2017 sarà l’anno della svolta per l’Ipab Casa Santa dell’Annunziata. Ad annunciare il progetto di espansione, nel corso della tradizionale festa degli auguri natalizi presso la Casa di Riposo di Santa Chiara, è il Presidente Dario Recubini. Nel giro di qualche mese si fonderanno quattro strutture: l’asilo “Regina Margherita” di Sulmona, la Casa di Riposo “Colaianni” di Roccaraso, la Casa di Riposo della Casa Santa a Sulmona e la struttura di corso Ovidio che ospita 25 migranti. “Finalmente la A.S.P. diventerà una realtà concreta”- rimarca con soddisfazione il Presidente Recubini- che parla di un 2016 ricco di sorprese. L’ente ha infatti raggiunto il pareggio di bilancio. Ha ampliato il numero degli ospiti nella Casa di Riposo, da 34 a 40. Sono diventati 16 in totale i dipendenti in forza alla struttura di Santa Chiara, non pochi per una realtà produttiva, come quella sulmonese, sempre minacciata dalla crisi. Nel corso dell’anno è stata concretizzata la convenzione con il Comune di Sulmona per l’impiego dei migranti come volontari del verde pubblico e decoro urbano. “Vedere questi ragazzi con il camice arancione e il marchio A.S.P. prodigarsi per attività socialmente utili significa che la Casa Santa riassurge alle sue finalità sociali”- aggiunge Recubini. Sono stati proprio i migranti a rallegrare la festa nella Casa di Riposo con anziani e personale che sono andati al settimo cielo.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento