banner
banner

Continua l’inchiesta sulla morte del piccolo Tommaso, il bambino di quattro anni vittima dell’incidente che il 18 maggio 2022 all’Aquila, fuori dall’asilo ‘Primo maggio’ è stato travolto da un’auto sfrenata. La procura della Repubblica del capoluogo avrebbe allargato il fascicolo ad altri cinque indagati al termine di complessi mesi di inchiesta. Proprio in questi giorni, alcuni avrebbero ricevuto informazioni di garanzia e presto potrebbero essere sottoposti a interrogatorio. C’è molta riservatezza sui nomi e su eventuali ipotesi di reato e le cinque persone si aggiungono al primo indagato con l’accusa di omicidio stradale, la donna di 38 anni proprietaria dell’auto e scesa per riprendere i propri figli, lasciando un minore in auto; nei confronti del quale sono state escluse responsabilità. Nei mesi scorsi, la perizia del geometra Cristiano Ruggeri, consulente della Procura, ha accertato che la mancanza del rispetto di norme di sicurezza all’interno dell’asilo sarebbe la concausa preesistente alla tragedia assieme alla causa principale che resterebbe imputabile alla conducente.

banner

Lascia un commento