banner
banner
banner

SULMONA – Sono in totale cinque i nuovi casi di positività accertati nella clinica San Raffaele di Sulmona. Si tratta di quattro operatori sanitari ( una caposala residente a Sulmona, due infermiere, un medico) e un uomo residente nel comune di Prezza, fino a qualche settimana fa degente in clinica, che si trova ricoverato all’ospedale dell’Aquila dove ha atteso il risultato del test. I responsi sono arrivati in giornata e per una delle infermiere contagiate, come abbiamo riferito in precedenza, l’esito del tampone si attendeva da almeno una settimana. Salgono a nove i casi accertati nella struttura sanitaria: cinque infermiere, due degenti ( l’anziana di Teramo e l’uomo di Prezza), un medico e una caposala. Ci sono poi dei casi di positività riconducibili alla clinica come i genitori di una delle infermiere contagiate e una persona di Celano. Sono 88 i tamponi effettuati in clinica e nei prossimi giorni arriveranno altri responsi. Da ieri intanto un nutrito numero di infermieri sono arrivati dalla Capitale per far fronte all’emergenza che si è venuta a creare con l’epidemia in atto che al momento vede contagiate una decina di persone, tra pazienti, loro parenti e dipendenti in forza alla clinica. Con loro è arrivato a Sulmona anche il responsabile scientifico del gruppo San Raffaele, Massimo Fini. Il primo atto del dirigente romano è stato quello di creare un piano d’intervento che prevede al momento una dislocazione strategica e più sicura dei pazienti ricoverati nella casa di cura sulmonese. Distanze più ampie tra i pazienti che, dove possibile, saranno sistemati in stanze singole, sospensione delle attività riabilitative o ridotte nel tempo, blocco delle visite ai degenti. Nella giornata di domani sarà ripetuta la sanificazione mentre nelle ultime ore sono partite le diffide dei sindaci ed è arrivata la richiesta di requisizione della clinica. Quella di oggi è stata una giornata con il più alto picco di contagi tra Valle Peligna e Alto Sangro. Sono sette i nuovi casi accertati nella vallata: cinque a Sulmona ( agente penitenziario e altri riconducibili al San Raffaele), uno a Pratola Peligna ( operatore sanitario in servizio all’ospedale di Popoli), uno a Prezza ( degente San Raffaele) e uno a Roccaraso ( parente della donna contagiata).  A Sulmona sale a 14 il totale dei casi accertati, compresi tre non residenti. In Abruzzo dopo il netto calo di ieri oggi si è registrato un nuovo sensibile aumento. Sono 61 i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore per un totale di 1497 positivi.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento