banner
banner

Via libera dalla Giunta comunale al progetto di fattibilità tecnica ed economica per il completamento dell’intervento strategico “Bike to coast and inside percorsi ciclabili”(costa, collina, entroterra Aterno), con la realizzazione della pista polifunzionale della Valle dell’Aterno nel tratto Fossa – Molina Aterno.

“Dieci milioni di euro saranno destinati alla realizzazione del tratto di pista polifunzionale della Valle dell’Aterno, per una lunghezza pari a circa 34 km, che parte dal comune dell’Aquila, in corrispondenza del tratto di pista già realizzato a Monticchio, attraversa la Valle Subequana, interessando gli ambiti territoriali dei Comuni di Fossa, Sant’Eusanio Forconese, Villa Sant’Angelo, San Demetrio ne’ Vestini, Fagnano Alto, Fontecchio, Tione, Acciano e termina in prossimità dell’abitato di Molina Aterno” dichiarano il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, e l’assessore alla Mobilità, Paola Giuliani.

Il percorso rientra nel più ampio progetto della pista polifunzionale della Valle dell’Aterno, che parte da Capitignano fino a Molina Aterno per una lunghezza di circa 85 km, e risulta una delle porzioni più naturalistiche del tracciato. Trovandosi in una zona ad alto valore ambientale, verranno utilizzati in gran parte del percorso strati di terra stabilizzata.

“Una pista ciclabile di gran pregio a livello naturalistico che consentirà agli appassionati delle due ruote di godere del panorama unico e suggestivo offerto dal nostro territorio” concludono il sindaco Biondi e l’assessore Giuliani.Il presente messaggio, corredato dei relativi allegati, contiene informazioni confidenziali e riservate, tutelate legalmente dal Regolamento UE n.679/2016 e da leggi civili e penali in materia, ed è destinato esclusivamente al destinatario sopra indicato, il quale è l’unico autorizzato ad usarlo, copiarlo e, sotto la propria responsabilità, diffonderlo. Chiunque ricevesse questo messaggio per errore o comunque lo leggesse senza esserne legittimato è pregato di rinviarlo immediatamente al mittente, distruggendone l’originale, ed è avvertito che trattenerlo, copiarlo, divulgarlo, distribuirlo a persone non autorizzate costituisce condotta punibile penalmente ai sensi degli artt.616 e 618 c.p.p. e che tutti i danni che dovessero derivare, al mittente o a terzi, a causa di tale illecita condotta saranno oggetto di tutela risarcitoria ex art.2043 c.c. dinanzi alla competente autorità giudiziaria.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com