banner
banner

SULMONA – Entro metà mese torneranno sui banchi anche gli alunni delle scuole dell’infanzia, gli unici che mancavano all’appello. E’ quanto è venuto fuori dal doppio vertice di questa mattina fra il comitato scuole sicure e il vescovo di Sulmona-Valva Angelo Spina. Dalla diocesi arriva l’ok per ospitare gli alunni delle materne, in attesa che inizino i lavori di miglioramento sismico negli edifici scolastici cittadini. “Siamo molto soddisfatti della risposta del vescovo – ha sottolineato il comitato – anche se la condizione unica che i parroci e il vescovo hanno posto sono una serie di punti che riguardano l’uso promiscuo delle strutture. Secondo alcune indiscrezione sembrerebbe che alcuni degli edifici di culto individuati da Comune e diocesi siano la parrocchia di Maria Ss.ma Ausiliatrice, quella di San Giovanni da Capestrano e la Chiesa parrocchiale di Bagnaturo. Un appello a mons. Spina era arrivato ieri proprio dal sindaco Casini, in occasione dell’inaugurazione della statua celebrativa della visita di Ratzinger. E’ stato proprio il sindaco ad incontrare, sempre in mattinata, il comitato. Per quanto riguarda le scuole primarie e medie, restano ferme le condizioni già espresse qualche settimana fa e cioè che man mano che iniziano i lavori in una scuola, gli attuali fruitori saranno trasferiti nei Musp, già richiesti. Questo, già a partire da dopo le vacanze di Natale. Chiesto un sopralluogo dei tecnici della protezione civile nel Liceo Fermi di Sulmona per conoscere il coefficiente di vulnerabilità sismica. Il comitato in chiosa al documento si dice soddisfatto e sottolinea che “una fattiva collaborazione tra la cittadinanza, attiva e propositiva, e le amministrazioni pubbliche è possibile”.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento