banner
banner

CORFINIO – Un’esplosione ha squarciato la notte nel centro peligno di Corfinio dove una banda ha messo a segno un colpo nella filiale della Bcc di Pratola Peligna. Il bottino sarebbe di 26 mila euro. Stando almeno alle prime stime. Ingenti i danni ancora da quantificare e calcolare. L’episodio è avvenuto intorno alle tre e sul posto sono intervenuti i Carabinieri della compagnia di Sulmona che hanno avviato le indagini scientifiche e raccolto le immagini della videosorveglianza installata nell’istituto di credito. Secondo una prima ricostruzione gli autori del gesto avrebbe utilizzato il classico metodo marmotta, facendo saltare in aria con esplosivo il bancomat nonché la centrale elettrica della banca, replicando quanto avvenuto recentemente a Castiglione a Casauria. Un forte boato che è stato avvertito da un gruppo di giovani mentre rincasavano. Gli stessi hanno allertato il numero unico di emergenza 112. Sul posto per un sopralluogo e le verifiche del caso si è recato il Direttore Generale, Silvio Lancione, che ha fatto sapere che l’erogazione del servizio nella filiale proseguirà regolarmente mentre per il bancomat si rendono necessarie le operazioni di riparazione. Frammenti sono ancora sparsi sul manto stradale e nell’area dell’istituto di credito con i dipendenti all’interno impegnati nella ricognizione.

banner

Lascia un commento