banner
banner

SULMONA – Disposta una perizia psichiatrica per il 31 enne di Sulmona, G.L.G., accusato di atti osceni in luogo pubblico,  di aver dato cioè sfogo alla sua libidine, masturbandosi sulle scale del condominio dove è situata la sua abitazione, anche davanti a una ragazzina. Ieri il giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Sulmona, Marta Sarnelli, ha affidato l’incarico al perito, il dottor Mario Di Napoli. Con l’esame peritale il giudice vuole accertare la capacità di intendere e volere del giovane al momento dei fatti che sarebbero avvenuti da gennaio ad aprile 2020. Per ben tre volte, secondo l’accusa, il giovane avrebbe posto in essere gli atti osceni. In un caso, particolare che gli è costato la contestazione dell’aggravante del reato, si sarebbe masturbato davanti a una ragazzina sulle scale del condominio della sua abitazione sulmonese. Gli inquilini hanno quindi segnalato il caso alle forze dell’ordine e per il giovane, difeso dall’avvocato Alessandro Scelli, si è aperto il procedimento a suo carico. Il prossimo 10 novembre la perizia approderà in aula. (a.d’.a.)

banner

Lascia un commento