banner
banner
banner

PETTORANO SUL GIZIO – Un sit-in composto e silenzioso quello posto in essere nel pomeriggio dalla Lega di Sulmona davanti ai cancelli del centro di accoglienza di Ponte d’Arce dove sono ospiti dodici migranti, otto dei quali positivi al Covid. Per il rispetto delle normative anti Covid è intervenuta solo la dirigenza del partito, con circa trenta persone, assieme a una rappresentanza dei residenti che nei giorni scorsi avevano presentato un esposto al Prefetto per chiedere la sospensione dell’accoglienza dei migranti. “Non è possibile spendere 5 miliardi di euro per l’accoglienza – incalza la consigliera regionale della Lega, Antonietta La Porta – sull’immigrazione bisogna cambiare rotta, soprattutto ora che c’è il rischio del Covid”. “Abbiamo un governo e una Prefettura che vanno spargendo focolai dappertutto. Sono un medico e ho visto amici morire. Ho fatto quello che potevo durante il lockdown e oggi che ne siamo usciti, vediamo che vengono determinate delle cose che non volevamo”- aggiunge il coordinatore provinciale, Fabio Federico. I residenti hanno ribadito di non essere contro l’accoglienza ma contro gli arrivi dei migranti Covid durante l’emergenza pandemica. (a.d’.a.)

banner

Lascia un commento