banner
banner

SULMONA – Scatta il blitz nella filiera dei canili con alcune criticità rilevate in città. La corretta conduzione delle strutture e lo stato di benessere degli animali sono state al centro dell’intensa attività di controllo svolta dai Carabinieri dei Nas sull’intero territorio nazionale. In Abruzzo le principali violazioni hanno riguardato le carenze igienico sanitarie degli ambienti destinati al ricovero, l’omessa registrazione degli animali all’anagrafe canina e la irregolare gestione dei farmaci. Controlli sono stati eseguiti anche nella struttura sulmonese di Noce Mattei dove i militari del Nas, agli ordini del Comandante Maria Rosaria Paduano, hanno ispezionato i luoghi e passato al setaccio l’intera filiera della documentazione. Da quello che è emerso non sono state rilevate irregolarità di carattere penale. Per cui nessuna comunicazione di reato sarà inoltrata all’autorità giudiziaria. Tuttavia non sarebbero mancate talune prescrizioni e contestazioni amministrative in ordine alle criticità rilevate: impianto fognario intasato, canalette sporche, fari realizzati fai da te, servizi igienici. Nessuna carenza grave né irregolarità si sono registrate sul piano igienico sanitario. Per il canile di Noce Mattei il Comune di Sulmona sta comunque lavorando per la gara europea. Dal 1 febbraio si procederà con un affidamento ponte nelle more dell’espletamento della manifestazione d’interesse. La procedura è stata avviata nei giorni scorsi dagli uffici di Palazzo. La prossima settimana potrebbe quindi entrare un nuovo gestore in attesa della gara vera e propria. Finora ad occuparsi del Canile è stata la Lida Sulmona. Stando all’ultimo audit Asl che risale allo scorso dicembre sono 192 i cani ospiti a Noce Mattei, a fronte dei 70 comunicati dagli addetti ai lavori.

banner

Lascia un commento