banner
banner
banner

SULMONA – “Il civico evoluto Gerosolimo ha confuso il milione di transiti al casello di Pratola con la perdita di 1 milione di euro prodotta nel 2020 dal Cogesa.  Siamo purtroppo stati facili cassandre qualche giorno fa quando abbiamo denunciato il buco profondo che preoccupa le casse del Cogesa”. Ad affermarlo è il candidato sindaco, Gianfranco Di Piero, che torna sulla gestione della partecipata al termine di una campagna elettorale che si scalda al rush finale.  “I cittadini devono sapere che il bilancio dovrà essere per forza ripianato con un aumento delle tariffe.  La responsabilità politica di questo disastro è di Gerosolimo, padre delle amministrazioni del Cogesa. La politica squilibrata in termini di contratti precari, consulenze d’oro, benefit aziendali elargiti con suv di grossa cilindrata, scatti di livello a pioggia hanno prodotto un buco impietoso nel bilancio Cogesa, oltre al peso delle 33 vertenze che sono in essere. I numeri chiari e preoccupanti che avranno ricadute sulle tasche dei cittadini sono la sonora smentita della politica del vittimismo predicata da Gerosolimo e i suoi accoliti”- tuona Di Piero che conclude: “governare significa assumersi responsabilità e la fuga dell’altro giorno dal comizio alle marane è la prova della sua incapacità  e della codardia amministrativa che lo contraddistinguono”. (a.d’.a.)

banner

Lascia un commento