banner
banner

SULMONA – Sette nuovi positivi sono stati accertati nel carcere di Sulmona tra i detenuti. Salgono i contagi nella struttura penitenziaria “osservata speciale” dove si è acceso un importante focolaio che conta 83 positivi tra detenuti e agenti penitenziari. Cinque dei sette casi sono stati accertati in verità nella giornata di ieri ma comunicati solo oggi all’amministrazione penitenziaria. Una richiesta di ricovero è in corso e farebbe salire a nove il numero dei detenuti ricoverati tra gli ospedali di Sulmona, L’Aquila e Pescara. La situazione resta preoccupante anche se qualcosa si è mosso negli ultimi giorni. Dal trasferimento di una trentina di detenuti negativi in altre strutture ai rinforzi arrivati da Roma anche se Mauro Nardella della Uil Pa Polizia Penitenziaria ha chiesto oggi un potenziamento dell’organico a fronte dell’aumento dei contagi anche tra gli agenti in servizio costretti ultimamente a carichi di lavoro intensi. Nardella ha chiesto anche un alloggio per i baschi blu nella Scuola di Polizia Penitenziaria. E’ un momento delicato ma tutti stanno facendo squadra nel carcere sulmonese. Dagli uomini e le donne in divisa che stanno affrontano non pochi sacrifici ai detenuti che stanno mostrando un alto senso di responsabilità. E non è poco visto il livello della struttura penitenziaria. Ma il virus, seppur con numeri più bassi, continua a fare breccia sul territorio e nelle strutture sensibili. In ospedale una paziente del reparto di ortopedia ha scoperto il contagio all’atto delle dimissioni mentre un 64 enne di Sulmona, paziente del pronto soccorso, è stato trasferito all’Aquila dopo il tampone positivo e un trauma cranico rimediato. Negli ultimi giorni i test rapidi hanno permesso di bloccare potenziali focolai che potevano coinvolgere l’ambiente scolastico. E’ il caso della scuola di Vittorito con cinque classi in isolamento mentre altre misure sono scattate in una scuola dell’infanzia di Pratola e in una classe prima della primaria “Radice” di Sulmona. Il test molecolare ha intercettato anche altre positività nel nucleo familiare di una delle alunne contagiate. I primi riscontri del test rapido arrivano a Pratola dove tre persone positive allo screening hanno avuto oggi la conferma del molecolare. I nuovi casi sono 24 e sono stati accertati 10 a Sulmona, 3 Pratola Peligna, 2 Villetta Barrea, 2 Ateleta, 1 Barrea, 1 Prezza, 1 Corfinio, 1 Scontrone, 1 Civitella Alfedena. Più due casi riferiti all’ospedale. Il totale dei sorvegliati nell’area peligno-sangrina sale a 2207. Intanto oggi lo screening si è spostato a Pacentro dove sono stati svolti 220 test tutti negativi mentre domani partirà la seconda tornata a Sulmona. L’Abruzzo è arancione e le piccole attività hanno riaperto i battenti. Non è un “liberi tutti”. Perchè evitare una terza ondata dipendente dall’atteggiamento quotidiano dei singoli.

Andrea D’Aurelio

MAPPA DEI POSITIVI
Sulmona 536, Castel Di Sangro 99, Pratola Peligna 93, Pescasseroli 77, Pettorano sul Gizio 51, Barrea 43, Raiano 41, Corfinio 36, Roccaraso 31, Introdacqua 31, Bugnara 30, Pacentro 27, Castelvecchio Subequo 26, Scanno 24, Ateleta 2, Villalago 21, Alfedena 19, Secinaro 18, Anversa degli Abruzzi 16, Villetta Barrea 15, Pescocostanzo 14, Molina Aterno 11, Opi 10, Civitella Alfedena 9, Vittorito 8, Scontrone 8, Gagliano Aterno 7, Castel Di Ieri 7, Prezza 6, Campo Di Giove 5, Rocca Pia 4, Rivisondoli 3, Cocullo 3, Goriano Sicoli 1

banner

Lascia un commento