banner
banner

SULMONA – Da Bologna a Verona, da sabato 11 maggio a domenica 2 giugno l’Europa torna al Giro d’Italia. Anche per l’edizione 102 la Commissione europea si conferma partner istituzionale di RCS per il grande evento ciclistico. Un racconto lungo ventuno giorni all’insegna dell’ambiente e della sostenibilità, dello sport e della cultura, temi-chiave del Giro attraverso i quali l’Europa traccerà il suo percorso lungo la penisola. L’iniziativa, ideata e promossa dalla Rappresentanza a Milano della Commissione europea, coinvolge attivamente la rete Europe Direct e quella dei centri di documentazione europea operanti in Italia. In particolare il Centro Europe Direct Majella sarà presente a Popoli al fine di accogliere la carovana e informare i cittadini sulle opportunità e le politiche che l’Unione europea mette in campo per i suoi cittadini. Negli ultimi cinque anni l’Italia ha beneficiato e stanziato di oltre cento miliardi di euro di fondi europei per progetti dedicati a ricerca, ambiente, cultura e imprese. Lungo il percorso del Giro si trovano alcune delle migliaia di queste realtà. Dalla Fondazione Cineteca di Bologna al Museo Casa De Gasperi di Pieve Tesino, Marchio del Patrimonio europeo, fino alle mura della Città dell’Aquila, solo per citarne alcuni. Ci sono progetti di ricerca e innovazione, parchi archeologici e naturali, decine di prodotti DOP italiani come il Prosciutto di Parma, investimenti per il sostegno alle Piccole e medie imprese italiane.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento