banner
banner

SULMONA – Una formula innovativa indovinata in pieno che ha avvicinato tantissimi giovani al mondo del cinema e ha fatto rivivere la città a suon di festival. Questo il bilancio dell’edizione numero trentaquattro del Sulmona International Film Festival che ieri ha chiuso i battenti con la cerimonia di premiazione che si è svolta nella storica sala cinematografica del “Pacifico”, alla presenza di un folto pubblico. Il Premio per il miglior corto nazionale è andato a “Bellissima” di Alessandro Capitani, che si è aggiudicato anche il Premio “Siff Studenti” per il miglior corto italiano. A “Minh tam” di Vincent Maury (France) il premio per il Best Short International e a “Pattern repeating” di Hochr (Norway), per il miglior Music Video. A coordinare la cerimonia il presidente dell’associazione Marco Maiorano. Hanno consegnato i premi il sindaco di Sulmona, Annamaria Casini, il presidente della Provincia dell’Aquila, Antonio De Crescentiis, i rappresentanti della prestigiosa Giuria: Angelo Carbone, sceneggiatore, Michele D’Attanasio, direttore della Fotografia, Angelo Valori, direttore del dipartimento Popular Music al Conservatorio “D’Annunzio” e direttore artistico del Festival Spoltore Ensemble. Applauditissime le artiste del SulmonaTeatroProject in scena con una performance intitolata “Via con Shining”, omaggio al cinema tutto al femminile in apertura della cerimonia. Soddisfatti gli organizzatori, Pierlorenzo Puglielli, Carlo Liberatore, Patrizio Maria D’Artista, componenti dell’associazione, che hanno ricevuto il plauso del pubblico in queste serate di proiezioni per la scelta di una formula nuova, che ha puntato sui corti e ha aperto al mondo, restando nel solco della tradizione. Apprezzatissime anche le serate del dopofestival che si sono tenute al Soul kitchen. Per gli organizzatori ora qualche giorno di meritato relax poi tocca rimboccarsi le maniche per preparare l’edizione del 2017.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento