banner
banner
banner

SULMONA – “Intendiamo ringraziare il dottor Vincenzo Pace e le dottoresse Annamaria De Santis e Rosa Natuzzi per averci dato un grande aiuto in un momento così doloroso”. La vita che si stravolge in un attimo e l’unico conforto arriva dalla professionalità e dall’umanità del personale sanitario. Ne sono testimoni i componenti della famiglia sulmonese Fiocco, il cui capostipite di 70 anni è stato colto da un grave malore in casa nelle scorse settimane, necessitando il ricovero nel reparto di Rianimazione dell’ospedale di Sulmona prima del trasferimento in altro istituto. “È stato per noi uno shock – raccolta la moglie Clelia Fiocco – ma grazie alla professionalità e all’umanità dei medici siamo riusciti ad affrontare la cosa ed ora proviamo ad andare avanti”. Il ringraziamento della famiglia Fiocco è esteso a tutto il personale del reparto di Rianimazione, guidato dal primario Vincenzo Pace. Anche la buona sanità merita di finire agli onori della cronaca. (a.d’.a.)

banner

Lascia un commento