banner
banner

SULMONA – Aveva rubato in un negozio di via papa Giovanni e in un centro commerciale della città di Sulmona e oggi per M.M., 24 enne romena residente a Roma, è arrivata la condanna a un anno e otto mesi di reclusione per furto aggravato e per uso di atto falso.  I fatti risalgono al 10 ottobre 2018 quando la giovane donna, che si trovava in città, ha rubato prima dei prodotti per l’igiene e altri accessori nell’attività commerciale di “Acqua e Sapone” di via papa Giovanni XXIII e poi, non contenta del primo furto commesso, si è spostata nel centro commerciale “Il Nuovo Borgo” dove è riuscita ad appropriarsi di alcune pile e altri oggetti.  A seguito di alcune segnalazioni che sono arrivate sul centralino del 112 e 113, le forze dell’ordine sono riuscite a individuare la donna e a trarla in arresto. All’esito dei controlli e della perquisizione personale la stessa ha esibito una patente falsa.  La giovane romena, anche per altri reati, ha scontato un anno in carcere e sette mesi agli arresti domiciliari fino a quando questa mattina, il giudice monocratico del Tribunale di Sulmona Francesca Pinacchio, ha pronunciato la sentenza di condanna a un anno e otto mesi. I legali della donna, Fabio Coluccio e Giovanni Tedesco del foro di Roma, hanno chiesto il patteggiamento  che non è stato accordato. La romena è stata processata e condanna con rito abbreviato nonostante la richiesta di assoluzione che era arrivata dalla difesa mentre la Procura aveva chiesto tre anni e quattro mesi di reclusione.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento