banner
banner

PRATOLA PELIGNA – “Speriamo che con la formazione della nuova compagine ci sarà un’attenzione particolare da parte della Regione Abruzzo nei nostri confronti”. Ad affermarlo è il Direttore del Consorzio di Bonifica Interno “Bacino Aterno-Sagittario” Virgilio Lerza, alla vigilia delle elezioni, in programma domenica 2 ottobre. “Il Consorzio è stato ultimamente abbandonato dalla Regione dal momento che come contributi non abbiamo ottenuto alcunché”- incalza Lerza. Al momento lo stato di salute del Consorzio evidenzia una situazione di debito, un disavanzo di circa un milione di euro che sarà risanato grazie alla messa in funzione delle centrale. “Anche in questo caso chiediamo più attenzione da parte della Regione per la messa in esercizio delle centrali”- rincara il Direttore. La Regione fra l’altro dovrà procedere alla sostituzione di un membro del Consiglio. Si tratta di Alessandra Vella, designata mesi fa dalla maggioranza. L’avvocato ha rassegnato le dimissioni non appena è stata nominata assessore della Giunta Casini. Sono tre al momento i rappresentati della Regione presso il Consiglio del Consorzio Di Bonifica: Ernesto Zuffada, Giovanni Salutari e Angelo Palombizio. C’è attesa e fermento intanto per l’assemblea dei consorziati che rinnoverà il Consiglio. In campo sono scesi 23 candidati, solo otto saranno eletti. Nove le liste ripartire in tre sezioni. Ugo de Paulis e Marco Iacobucci sono i candidati della sezione uno in due liste differenti. Quattro le liste per la seconda sezione che vede scendere in campo Vittorio Di Bacco, Enzo Di Giannantonio, Tonino De Santis, Salvatore D’Angelo, Carlo Di Ruscio, Alessandro La Civita, Gilda Di Cesare, Michele Pallozzi, Domenico Silvestri, Fortunato Zaccardelli, Nicola Lucci, Nunzio Bucci, il Presidente uscente Fiorenzo Schiavitti e Alessandro Lucci. Tre liste per la terza sezione con Francesca De Deo, Lucia Gentile, Emilio Pingue, Ezio Salvatore Zavarella, Umberto Margiotta, Enio Nicola Cianfaglione e Aldo Gentile. Si vota dalle 8 alle 21 di domenica 2 ottobre. Sarà allestito un seggio per ciascuno dei 22 comuni appartenenti al Consorzio. Circa 22 mila gli elettori chiamati al voto. Le operazioni di scrutinio cominceranno subito dopo la chiusura dei seggi. Dall’elezione del Consiglio scaturirà anche la nuova compagine. Saranno i consiglieri neo eletti a scegliere a loro volta Presidente, Vice Presidente ed altri tre membri dell’organo esecutivo.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento