banner
banner

SULMONA – In 70 sono stati sostituiti tra i sorteggiati, attingendo alla sezione supplenti mentre altri venti hanno declinato all’ultimo minuto e sono stati rimpiazzati dai Presidenti di Seggio con le nomine ad actum. Boom di rinunce tra gli scrutatori per le elezioni politiche di domani, domenica 25 settembre. Un quadro che è emerso nel pomeriggio, subito dopo l’insediamento dei seggi elettorali nelle 26 sezioni operative in città. La scelta degli scrutatori, negli ultimi anni, avviene tramite sorteggio. Il Comune ha quindi affidato alla dea bendata il compito di definire la rosa dei 108 scrutatori tra titolari e supplenti. A seguito delle rinunce formali si è proceduto a sostituire ben 70 titolari con i sorteggiati supplenti. Nel pomeriggio poi, a seguito di altre defezioni, i Presidenti di Seggio hanno proceduto alla nomina di altri venti scrutatori mancanti in via diretta, dando precedenza ai veterani con esperienza. A quanto pare fare lo scrutatore non è poi così ambito come un tempo. Per cui, secondo gli addetti ai lavori, sarebbe preferibile tornare alle nomine, con relativa assunzione di responsabilità.

Lascia un commento