banner
banner
banner

SULMONA – La giornata del 25 novembre è ormai trascorsa ma la battaglia contro la violenza va avanti nella quotidianità. Per scardinare un approccio culturale pressocchè nullo è richiesto innanzitutto l’ascolto, al fine di intercettare segnali e disagi. Per questo il Coordinamento Donne Spi Cgil Provincia L’Aquila ha promosso il progetto “Donne e Diritti” che si realizzerà in convenzione con l’associazione Ubuntu di Sulmona e che prevede l’apertura nella sede della CGIL di Sulmona di uno “sportello d’ascolto”  dove le donne, italiane e migranti, iscritte e non iscritte alla CGIL, che già frequentano la sede, per questioni sindacali, previdenziali, reddituali, possano trovare un luogo dove  essere “ascoltate e supportate” da “personale formato” che le possa indirizzare correttamente ai servizi preposti presenti nel territorio, in un’ottica  di rete istituzionale, e quindi in rispettosa relazione e collaborazione con gli altri servizi e associazioni che operano nel territorio. Il progetto prevede anche un corso gratuito di formazione di donne “operatrici” di sportello di ascolto, rivolto a donne che vorranno prestare la loro opera volontaria presso lo sportello. Il corso sarà tenuto da un’operatrice qualificata, con 20 anni di esperienza nel Centro Antiviolenza Donna L.I.S.A. di Roma, tra le socie fondatrici della rete DIRE, e socia dell’associazione Ubuntu.

banner

Lascia un commento