banner
banner

Cosi come aveva promesso il manager Testa, oggi pomeriggio ha incontrato le organizzazioni sindacali Cgil Cisl e Uil Fp per chiudere finalmente l’accordo per il riconoscimento delle progressioni economiche orizzontali a circa 600 lavoratori del comparto. 500mila euro che permetteranno a circa 1.200 lavoratori di concorrere, previa apposita selezione, all’attribuzione della fascia economica superiore.

Dopo estenuanti trattative, fino alla minaccia dell’ennesima mobilitazione, la Asl ha dato il giusto riconoscimento ai lavoratori.

“Abbiamo vinto una lunga battaglia che ci ha visto in prima linea per far riconoscere ai lavoratori un loro diritto. Siamo soddisfatti del risultato ottenuto e dell’accordo che abbiamo trovato – affermano i sindacati – Abbiamo intrapreso una lunga lotta a tutela di tutti quei lavoratori che non si erano visti riconoscere, negli anni precedenti, il giusto compenso economico derivante dall’applicazione delle vigenti norme contrattuali, soprattutto in questo difficile momento in cui tutto il personale della Asl sta affrontando la seconda difficile ondata di pandemia. Continueremo a vigilare affinché le suddette procedure si concludano entro l’anno per permettere al personale di effettuare la progressione economica – concludono – Inoltre le organizzazioni sindacali, hanno ottenuto l’impegno formale della Asl ad iniziare, entro gennaio del 2021, il confronto per l’avvio delle procedure per le progressioni verticali del personale in possesso dei requisiti, secondo quanto disciplinato dalla legge Madia”, concludono i sindacati.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com