banner
banner

SULMONA – Era stato sorpreso con 96 grammi di hashish sul bus ma era per uso personale. Il giudice, Francesca Pinacchio, ha assolto nel pomeriggio G.G.., giovane residente a Foggia dal reato di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La vicenda risale al 5 aprile 2018 quando l’imputato, all’epoca studente dell’istituto alberghiero, era stato fermato con la droga nel bus. Una ragazzata, come si è giustificato il diretto interessato davanti al giudice che lo ha assolto per insufficienza di prove, ovvero perché il fatto non sussiste. Per la procura da quel quantitativo potevano essere ricavate circa 400 dosi. Ma è passata la tesi dell’uso personale

Lascia un commento