banner
banner

SULMONA – Protesta sospesa per Alba Silvani, la maestra no green pass di 61 anni, che aveva intrapreso nei giorni scorsi lo sciopero della fame contro l’obbligatorietà del certificato verde a scuola per i docenti. Dopo l’ultimo decreto varato dal governo l’insegnante, in servizio a Collarmele ma sulmonese di origine, ha ripreso servizio nel luogo di lavoro, ma monitorerà nelle prossime settimane gli effetti del provvedimento governativo. “C’è stato un primo risultato, vale a dire l’alternativa del tampone salivare molecolare al classico test invasivo. Ora dovrò verificare la sostenibilità in termini di costi, verificare se saranno o meno calmierati”- spiega Alba nell’edizione serale di Onda Tg. Altro problema riguarda l’accessibilità visto che a Sulmona, al momento, nessun laboratorio è accreditato. La sciopero della fame risulta al momento sospeso tenendo conto che il caso è finito alla ribalta della cronaca nazionale ma anche di una tv  tedesca. Sull’importanza del completamento del ciclo vaccinale si era espresso, ai nostri microfoni, anche l’ex premier Conte ribadendo l’indispensabilità dell’estensione a luoghi pubblici e privati di lavoro senza arrivare però ai licenziamenti. (a.d’.a.)

banner

Lascia un commento