banner
banner
banner

SULMONA – Disposta una perizia psichiatrica per il rapper evaso. Lo ha deciso il giudice del Tribunale di Sulmona, Francesca Pinacchio, che ha accolto ieri l’istanza dell’avvocato difensore, Alberto Paolini. M.A, 22 enne di Cremona, sarà processato con rito abbreviato. Il perito Mario Di Napoli, entro i prossimi 50 giorni, si occuperà dall’esame peritale volto ad accertare se il giovane era o meno capace di intendere e volere al momento del fatto, visto i suoi trascorsi. Il giovane era stato fermato la notte tra il 21 e il 22 agosto nell’area della Villa Comunale. Trovato in possesso di 40 grammi di hashish ha opposto resistenza agli agenti operanti ed è stato tratto in arresto. La mattinata seguente, in preda ad un malore forse per una crisi di astinenza, ha ottenuto il ricorso alle cure mediche dell’ospedale dove è evaso, dileguandosi per una finestra e rubando una bici fino a raggiungere le campagne di Pettorano dove è stato recuperato nel pomeriggio dopo ore di ricerche con dieci pattuglie e due elicotteri. La storia non è delle migliori. Il 22 enne è stato allontanato dalla famiglia e raggiunto, negli ultimi tempi, anche da trattamenti sanitari obbligatori. Recentemente ha iniziato il difficile percorso di ritorno sulla “buona strada”. E’ un rapper e su youtube si fa chiamare “giovane nobile”. E’ attualmente recluso nel carcere di Teramo. (a.d’.a.)

banner

Lascia un commento