banner
banner
banner

SULMONA – “Benvenuti nella terra di nessuno”. Sono sul piede di guerra i residenti di via Margherita e piazza Garibaldi per la situazione che regna nei giardini del parcheggio di Santa Chiara a Sulmona, da troppo tempo in balia del degrado e dell’incuria. Oltre all’inciviltà che vi ha trovato casa si aggiungono le ultime segnalazioni dei cittadini a proposito della circolazione di cani senza guinzaglio che creano pericolo e allarme per bambini, per i gatti e per la pubblica incolumità. I residenti tornano ad alzare la voce, chiedendo agli organi competenti di battere un colpo. La lista dei disagi è quella diramata mesi fa. L’ ascensore risulta ancora non funzionante, problema sollevato sugli scanni di Palazzo San Francesco nella passata amministrazione comunale dall’ex consigliere Luigi La Civita. L’illuminazione interna del parcheggio si spegne intorno alle 23, costringendo i passanti a ricorrere alle torce personali. I muri sono tutti imbrattati, i cestini vengono usati come cassonetti da coloro che non amano la raccolta differenziata. Per non parlare delle scale che sono diventate un orinatoio pubblico. “Non chiediamo l’impossibile ma solo un po’ di attenzione”- fanno notare i cittadini. “E’ bene parlare di turismo, della piazza e del Fontanone che sono biglietti da visita. Ma non dimentichiamoci che anche il parcheggio è punto nevralgico per chi arriva in città, un punto che deve essere tutelato”- chiosano i residenti.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento