banner
banner

“Sulmona, 27 agosto 1943, venerdì.
Una normale giornata di fine agosto. Nella tarda mattinata, decine e decine di aerei anglo-americani (fortezze volanti e liberatori) appaiono sul cielo della Valle Peligna. La popolazione non sospetta nulla di grave, anche se quegli aerei lassù, così numerosi, non possono che incutere terrore…” Dal libro sulla guerra in Valle Peligna “E si divisero il pane che non c’era”, scritto da Mario Setta, Rosalba Borri Marinucci e Maria Luisa Fabiilli Faraglia.Oggi, 27 agosto 2022, la Città di Sulmona ricorda le vittime del bombardamento aereo degli angloamericani avvenuto 79 anni fa che distrusse la stazione ferroviaria uccidendo 104 persone, tra cui 19 ferrovieri. Fu il primo raid aereo della Seconda guerra mondiale sull’Abruzzo. I bombardamenti si conclusero solo nella primavera del 1944. L’Amministrazione Comunale aveva programmato una cerimonia per ricordare il 79° anniversario del bombardamento della stazione ferroviaria. In considerazione della inagibilità del piazzale (ove è stato momentaneamente rimosso il monumento dedicato alle vittime del bombardamento) e della inagibilità della Chiesa della Madonna Pellegrina, l’Amministrazione ha rilevato l’opportunità di soprassedere alla cerimonia di quest’anno rinviando la commemorazione al prossimo anno, in coincidenza con la ricorrenza dell’ottantesimo anniversario.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com