banner
banner

SULMONA – Gente in sala, entusiasmo alle stelle e nuovi progetti in cantiere. Comincia sotto i migliori auspici la 36 esima edizione del Sulmona International Film Festival, aperta ieri nella storica sala cinematografica del Pacifico, con la proiezione dei primi corti e video musicali, presenti i registi Alessandro Marconi (Il Mago), Natalino Zangaro (Piano Terra) e, per i lungometraggi della sera, di Pippo Mezzapesa che ha presentato “Il Bene mio” con Sergio Rubini e Dino Abbrescia. E’ l’edizione che segna una nuova maggiore età fra novità e storia. Oggi toccherà il cortometraggio In The Field del regista ucraino Oleksander Shkrabak, giunto appositamente per il festival, per continuare con il corto The Mute di Pham Thien An (Vietnam), il documentario Rossotrevi – Due volte nella storia di Marco Gallo (Italia), alla presenza del regista. Sarà poi la volta di 13.11 Anna e Bassam di Davide Rizzo, Fantasia del finlandese Teemu Nikki e per finire i video musicali Pesto di Francesco Lettieri e The Fool you need di Jean-Paul Frenay. Dalle 19 avrà inizio la seconda tranche con: A short film about education di Sebastiàn Nemo Arancibia (Cile), One small step di Bobby Pontillas e Andrew Chesworth (Cina, USA), Bismillah di Alessandro Grande (Italia), F**K different di David Barbieri (Italia), TECHNO di Tadeusz Lysiak (Polonia) e rincorrersi di Federico Papagna. Alle 21.15 il film lungometraggio, non in concorso, Lazzaro felice di Alice Rohrwacher. Che il Festival cresce a vista d’occhio lo ha ricordato il Presidente dell’associazione Sulmona Cinema Marco Maiorano. “Si è passati infatti in soli tre anni”- ha detto- “da 400 a ben 700 cortometraggi, con un aumento di quasi il 50%. In selezione ci sono 39 opere, tra corti nazionali, internazionali, animazioni, documentari, video musicali e opere girate in Abruzzo o realizzate da registi abruzzesi”. Tra gli eventi collaterali, il festival offre la possibilità di visitare le mostre fotografiche “Lives in limbo – trapped in Belgrade” di Francesco Pistilli presso lo Spazio Maw in Via Morrone 71 e di Virgilio Del Boccio allestita all’interno del cinema Pacifico, nonché il concerto del cantautore napoletano Gnut presso il Soul Kitchen, per il nuovo progetto “Cantautori a cena”.

Andrea D’Aurelio

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com