banner
banner
banner

SULMONA – “Tutte le strade portano a Roma” per dirla con le parole della consigliera regionale Udc Marianna Scoccia, e questo, a quanto pare, vale soprattutto per l’Asl 1 Avezzano Sulmona L’Aquila. Con Delibera Dirigenziale 896 del 16 aprile, infatti, l’Azienda Sanitaria ha affidato un incarico di supporto ai Rup ad un ingegnere romano per un corrispettivo di 39.000,00 €. “Lascia sbalorditi la nonchalance con la quale l’Asl”- attacca la Scoccia- “in un periodo come quello che stiamo vivendo, impegni fondi per incarichi esterni. Senza entrare nel merito delle decisioni, sono convinta che in questa fase tali somme potessero essere messe a disposizione dell’emergenza covid. Risale a poco più di qualche giorno fa la querelle sulla decisione di non utilizzare Villa Gioia, che avrebbe permesso ai pazienti della Valle Peligna di attendere la negativizzazione del tampone nel proprio territorio, in nome di una ottimizzazione e migliore distribuzione territoriale delle risorse. Assistiamo, quindi, ad una Azienda Sanitaria a due facce, da una parte, molto oculata e fin troppo parsimoniosa nell’impegnare risorse per i pazienti Covid, mentre, dall’altra, una Asl che affida incarichi da 39.000,00€ a professionisti di fuori Regione. Credo che sia necessario rivedere le priorità”- conclude la consigliera.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento