banner
banner

L’AQUILA – Stamani è stata inaugurata la nuova sede Opi della Provincia dell’Aquila, l’ordine delle Professioni Infermieristiche. Una cerimonia emozionante poiche la sala convegni è stata dedicata al’’infermiere Giuseppe Serpetti, deceduto durante lo schianto di un’elisoccorso il 24 gennaio 2017 e in cui persero la vita altre sei persone. Erano presenti i familiari di Serpetti e le autorità cittadine. Emozione anche per le parole omaggiate a tutti gli oeratori sanitari che si sono ritrovati in prima linea in piena emergenza covid.

La nuova sede dell’Opi L’Aquila, situata al numero 26 di Via Ulisse Nurzia all’Aquila, è un edificio moderno ed adeguato alle mutate esigenze di una professione in profondo cambiamento soprattutto negli ultimi anni.

“Le professioni infermieristiche sono cambiate radicalmente negli ultimi anni e soprattutto negli ultimi mesi – ha sottolineato la presidente dell’Ordine Maria Luisa Ianni – Oggi, anche a seguito dell’emergenza sanitaria che stiamo vivendo, si sta parlando molto dell’importanza delle professioni infermieristiche e di un ruolo che sta assumendo connotazioni diverse a servizio della società. Un passo fondamentale è stato quello della Commissione Affari sociali attraverso il suo Parere al Decreto Rilancio con il quale si sottolinea l’importanza della figura dell’Infermiere di famiglia e di comunità anche attraverso la sua partecipazione all’attuazione dei piani di assistenza territoriale per l’identificazione e la gestione dei contatti, l’organizzazione dell’attività di sorveglianza attiva, con un ruolo di responsabilità e coordinamento nei processi infermieristici a livello distrettuale e, allo stesso modo importante per la gestione dei pazienti cronici. L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo ha coinvolto i nostri professionisti in maniera totalizzante facendo scoprire al resto della società il loro ruolo fondamentale nella gestione, nella cura e nell’assistenza. Perché gli Infermieri, insieme ai medici e a tutti i professionisti della salute, quest’anno sono stati loro malgrado protagonisti e spesso ‘EROI’ silenziosi al tempo dell’emergenza Covid ed oggi continuano a combattere una battaglia che non possiamo permetterci di perdere”.

In occasione dell’inaugurazione della sede di Opi L’Aquila è stata aperta anche la mostra a scopo benefico “L’Arte di aiutare” che si tiene nei locali della nuova sede dell’Opi sia fino al 26 settembre con orario: 9.30 –19.30. La mostra è stata organizzata con la collaborazione gratuita della galleria Teofilo Patini dell’Aquila, del gruppo Artisti Autonomi di Avezzano e con la partecipazione di numerosi artisti aquilani che hanno donato le loro opere. Il ricavato della vendita dei dipinti esposti, ben 36, sarà devoluto all’AIL, l’Associazione Italiana contro Leucemie e linfomi Sezione provinciale L’Aquila e all’AIRC, l’Associazione Italiana Ricerca sul Cancro, Sezione Abruzzo e Molise.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com