banner
banner

SULMONA – Hanno festeggiato le nozze d’oro radunando la loro grande famiglia composta da quattro figli e otto nipoti. Ma la buona notizia per i coniugi Bruno e Lucia Fornaro non è tanto questa. Amici e parenti per rendere ancor più solenne e memorabile la ricorrenza hanno dato vita all’antica tradizione del catenaccio. In fila indiana per due hanno formato un corteo dall’abitazione dei due coniugi in via Cornacchiola fino alla Chiesa di San Giovanni Evangelista dove si è svolto il rito liturgico. Un rituale ripetuto alla perfezione anche al termine della celebrazione. Una schiera di persone, sotto gli occhi di non pochi passanti, ha attraversato un intero quartiere della città, segno che c’è ancora voglia di recuperare le antiche tradizione. Qualcuno direbbe “senza storia non c’è futuro”. “Per stare insieme 50 anni ci vuole tanta pazienza”- hanno esordito soddisfatti Bruno e Lucia- “sono volati e sembra che ci siamo sposati ieri”. In corteo anche il Presidente Onorario della Giostra Mimmo Taglieri, parente dei due coniugi. “Deve essere una giornata di monito per riaffermare il valore della famiglia”- ha detto Taglieri. A Bruno e Lucia i nostri migliori auguri

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento