banner
banner

L’AQUILA – Il direttore Sanitario dell’Asl di Avezzano, Sabrina Cicogna, ha emanato una circolare inviata ai responsabili della UO e affissa in tutti i reparti del San Salvatore.

“Poiché è in atto una recrudescenza dell’infezione da Sars Covid-19 è assolutamente necessario normare l’ingresso, nei reparti di degenza, dei familiari dei pazienti ricoverati. Pertanto, all’ingresso in reparto il paziente o un familiare indicheranno una sola persona fisica deputata a entrare, una volta al giorno per tutta la durata della degenza, nell’unità operativa di ricovero del proprio congiunto e il delegato sarà anche colui che riceverà ogni giorno informazioni sullo stato di salute del paziente. Le unità operative dovranno alternarsi a fornire per ogni letto un orario di visite consentito della durata di circa 20 minuti in modo da evitare assembramenti al di fuori dei reparti stessi. Potrà entrare un delegato per volta per ogni stanza di degenza. Il visitatore dovrà indossare necessariamente la mascherina chirurgica, guanti e calzari che all’uscita depositerà in appositi contenitori posti al di fuori delle unità operative (all’uscita). All’ingresso verrà presa la temperatura corporea del visitatore”.

Dunque un solo parente per un massimo di 20 minuti al giorno al San Salvatore. I pazienti del pronto soccorso dovranno fornire, ove possibile, il nominativo del referente individuato e il numero di telefono di quest’ultimo. Terminato l’iter diagnostico sarà cura del personale del pronto soccorso telefonare al referente a cui si comunicherà l’esito degli accertamenti e l’eventuale ricovero in un altro reparto oppure la dimissione. Sulla scheda di ricovero verranno annotati il nome e il numero di telefono del referente, in modo da consentire all’unità operativa accettante di poter fornire notizie del ricoverato. Sono vietate le assistenze se non quelle degli operatori in turno.

Lascia un commento

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com