banner
banner

SULMONA – Hanno puntato su un’ode tragi-comica dedicata ad uno dei personaggi più controversi degli ultimi tempi: Lapo Elkann. Così il sulmonese Giancarlo Pizzi insieme al savonese Dario Bonelli ( in arte Lefler) si sono ritrovati insieme e hanno dato vita al loro disco con l’etichetta Hydra. Una ipnotica ossessione quella dei Lefler per chi “non fa mai uno errore negli sbagli che fa”. < L'idea del duo – racconta Pizzi- è nato presso il centro europeo tuscolano di Mogol nel 2014. Un disco composto da undici canzoni che è stato arrangiato, scritto e suonato nello studio di registrazione tra Sulmona e Savona. Il brano Lapo Elkann sta andando molto bene e ne siamo contenti. Probabilmente la canzone piace non solo perché ha un’anima rock ben definita ma anche perché ha un testo molto ironico come la maggior parte della canzoni del disco>. La Tracklist si compone di 11 brani : Maledetto Baudelaire; Lapo Elkann;. Psichedelizia; Matrimonio di routine; Sigarette; Disinfestazione governativa;. Il Discorso; Rosa shopping; Sono nato tra sei anni; Bellezza aristocratica e L’uomo sorridente. Un motivo che si sta ritagliando, senza troppe difficoltà, un posto in prima linea in quello che in tanti definiscono il jube box dell’era moderna: iTunes che sempre più spesso detta legge in materia di hit. Il disco entra subito nelle orecchie e nella testa di chi ascolta. Complimenti al duo Pizzi- Bonelli.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento