banner
banner

Ieri pomeriggio, durante le attività di controllo presso il casello di L’Aquila Ovest, i poliziotti della Squadra Mobile riscontravano che uno dei due uomini alla guida di un’auto fermata era pluripregiudicato e sottoposto alla misura di sicurezza della libertà vigilata e con patente revocata. L’altro passeggero, più giovane, consegnava una carta d’identità elettronica che, a seguito di ulteriori verifiche, risultava contraffatta. Accompagnati in Questura per i successivi accertamenti, l’uomo con il documento contraffatto veniva tratto in arresto per il possesso di documento falso valido per l’espatrio mentre il secondo denunciato in stato di libertà perché sprovvisto di patente di guida. Informata l’Autorità giudiziaria dell’arresto, il magistrato disponeva che l’indagato venisse trattenuto  presso le camere di sicurezza della Questura in attesa dell’udienza di convalida, durante la quale, su richiesta della Procura della Repubblica di L’Aquila, il G.I.P. disponeva il divieto di ritorno dal capoluogo abruzzese, in attesa del processo. Considerati i numerosi precedenti dei due uomini per reati contro il patrimonio, in particolare per truffa, ed essendo entrambi residenti in Campania, la Divisione Anticrimine della Questura ha  emesso anche i fogli di via obbligatori con divieto di ritorno nella città di L’Aquila, firmati dal Questore in qualità di Autorità di Pubblica Sicurezza.

Lascia un commento