banner
banner

 Si è riunita oggi pomeriggio la giunta esecutiva di Federcasa che associa in Italia 81 enti di edilizia residenziale, con circa 7.000 dipendenti e dirigenti che gestiscono nel complesso 800.000 abitazioni per oltre 2.200.000 persone. Il presidente Ater, Isidoro Isidori, ha dichiarato: “Siamo orgogliosi di aver ospitato oggi qui all’Aquila la giunta esecutiva di Federcasa, alla vigilia del convegno di portata nazionale di domani, dedicato al presente e al futuro dell’edilizia residenziale pubblica e questo dopo tre anni che la nostra Ater era rimasta fuori dal contesto nazionale. Tutto ciò dà spessore e merito al lavoro che stiamo portando avanti, ed ora è importante condividere le esperienze a livello nazionale”.

A presiedere la riunione di oggi il presidente nazionale Federcasa, Riccardo Novacco, il direttore, Patrizio Losi, il vicepresidente vicario, David Lebro. Un incontro di natura tecnica e amministrativa, che cade alla vigilia dell’importante convegno “La ricostruzione post-sisma nell’edilizia residenziale pubblica“, in programma domani venerdì 11 novembre, nella sala Ipogea di palazzo dell’Emiciclo, dalle 8.30.

“Questa due giorni qui all’Aquila è molto importante per Federcasa, è l’occasione per entrare nel merito di quello che è stato fatto nel post-terremoto sul fronte dell’edilizia residenziale pubblica, e anche per confrontarci, in un osservatorio privilegiato, e con tanti autorevoli relatori sui problemi e sfide che ci troviamo ad affrontare”, ha detto Novacco al termine della giunta.

Hanno partecipato, tra gli altri, Giovanni Legnini, commissario straordinario per la ricostruzione sisma 2016, Vincenzo Cerulli Irelli, professore ordinario di Diritto amministrativo, Salvatore Provenzano, direttore dell’Ufficio Speciale per la ricostruzione dell’Aquila (Usra), Alfredo D’Ercole, direttore generale Ater L’Aquila, il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio e il vice presidente, Emanuele Imprudente, il sottosegretario all’Agricoltura, Luigi D’Eramo, i senatori Guido Quintino Liris, Gabriella Di Girolamo, Michele Fina e Gianluca Cantalamessa, il deputato Alberto Bagnai. Tra i relatori, per Federcasa gli stessi Novacco e Losi. Le conclusioni saranno affidate ad Isidoro Isidori, che è anche componente del direttivo di Federcasa.

Anticipando alcuni dei temi chiave che saranno al centro del dibattito di domani, il presidente Ater, spiega che “ci attendiamo una proficua riflessione in primis sulla riforma del codice degli appalti, grazie alla presenza del professor Cerulli Irelli, che è stato uno dei relatori della norma che costituisce la dorsale sulla quale si costruiscono tutti gli appalti della stessa Ater. Occorre fare il punto anche sulle difficoltà che incontrano gli interventi di ristrutturazione e sulla disciplina del superbonus”.

Solo alcuni degli argomenti cruciali che Federcasa sta già rappresentando al nuovo governo di Giorgia Meloni.

“Ci stiamo adoperando per allacciare rapporti diretti con le istituzioni Parlamentari e governative – spiega ancora Novacco -, per rimettere al centro il tema ‘casa pubblica’. Stiamo programmando nuovi incontri con i Ministri di riferimento per parlare di sicurezza, revisione della disciplina dell’Imu, indetraibilità dell’Iva pro-rata, proroga dei termini per la detraibilità delle spese sostenute per gli interventi che beneficiano degli incentivi fiscali come Sisma Bonus e Superbonus 110%. I problemi relativi all’edilizia residenziale pubblica in Italia sono ben noti: morosità, abusivismo, mancata manutenzione, incremento degli alloggi sfitti e supporto sociale inadeguato, aumentati a causa della pandemia. È necessario ed urgente un rapporto diretto delle nostre Aziende con lo Stato perché non possiamo immaginare di risolvere da soli”.

Lascia un commento