banner
banner
Alla presenza del Ministro Dario Franceschini è stato inaugurato oggi il MAXXI L’Aquila – il Museo nazionale delle arti del XXI secolo, con sede a Roma, gestito dall’omonima fondazione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali presieduta da Giovanna Melandri. Il museo è ospitato nelle sale del settecentesco palazzo Ardinghelli, monumento nazionale danneggiato gravemente dal terremoto dell’Aquila del 2009 e restaurato grazie al contributo del governo della Federazione Russa di oltre 7 milioni di euro.maxxi2
“Un esempio della generosità di un paese straniero, la Russia, che ha consentito la ricostruzione di palazzo Ardinghelli che oggi trova la sua glorificazione nella inaugurazione del MAXXI”: queste le parole con le quali l’assessore Guido Quintino Liris ha salutato l’apertura al pubblico di questo importante allestimento museale. Avere il museo di arte contemporanea in quello che Liris ha definito il Capoluogo della Ricostruzione, rappresenta uno sprone a fare molto di più perché i beni architettonici non possono rimanere indietro: “ricostruire le chiese, i beni artistici e culturali che sono centrali nella economia, nella storia e nel futuro di questo territorio, significa riconoscere l’importanza dell’identità di un territorio e rappresenta un passaggio fondamentale per la condizione sociale e la qualità di vita di un popolo”.liris-franceschini-1
Il MAXXI L’Aquila dispone di una collezione permanente di artisti contemporanei e rappresenta uno snodo di comunicazione, incontri e collaborazione tra artisti e linguaggi espressivi capace di intrecciare reti a diversi livelli tra i protagonisti del contemporaneo e tra i soggetti operanti nel multiforme sistema artistico e scientifico (gallerie, fondazioni, associazioni, altri musei e istituti di ricerca) dando voce alle eccellenze della creatività nazionale e internazionale.
La rinascita de L’Aquila passa anche attraverso la cultura e l’apertura della nuova sede del Maxxi segna una giornata importante per il nostro Paese. Il sapiente restauro e il nuovo allestimento di Palazzo Ardinghelli, reso possibile anche grazie all’importante contributo della Federazione Russa, diventerà uno dei simboli della rinascita di questa comunità gravemente ferita dal sisma che sta vedendo nell’arte, nella musica e nello spettacolo fondamentali alleati nella ripartenza”.
Lo ha dichiarato il Ministro della Cultura Dario Franceschini.
“L’apertura di questo museo è frutto, anche, di una bella storia di condivisione nazionale e internazionale. Nata ai tempi del maxxiG8, che si svolse qui e grazie alla solidarietà di diversi Paesi partecipanti tra cui la Federazione Russa, qui presente oggi con l’Ambasciatore che ringrazio, che diede un contributo importante per restaurare questo bellissimo palazzo di proprietà del Ministero della Cultura. Qualche anno dopo in una delle mie tante visite in questa meravigliosa città e vedendo questo palazzo ho pensato che non poteva essere destinato ad attività ordinarie, sia per la sua bellezza sia perché era l’occasione per una restituzione dovuta all’Aquila per le sue ferite. Quindi è nata l’idea del Maxxi l’Aquila che la Presidente Giovanna Melandri ha accolta subito con grande entusiasmo. Vederlo oggi realizzato dimostra l’incrocio perfetto tra un restauro e un innesto di arte contemporanea, con opere straordinarie che sono state donate da grandi artisti per il Maxxi l’Aquila e una parte della collezione dello stesso Maxxi che verrà qui a rotazione, oltre a quelle che resteranno in modo permanente. Questo museo diventerà un luogo non soltanto di esposizione ma un centro di ricerca e di accoglienza. Sarà uno dei motivi per venire a vedere l’Aquila. Una storia di orgoglio nazionale di cui tutti dobbiamo essere fieri”, ha concluso il Ministro.
“Ci sono voluti anni, tanto impegno e molte risorse per arrivare a questo traguardo. Ma soprattutto, c’è voluta una idea ed una speranza nel futuro. Negli anni bui del post terremoto con il ministro Franceschini costruimmo un sogno che oggi è diventato realtà”. Lo dichiara la deputata abruzzese del Pd Stefania Pezzopane, della presidenza del Gruppo dem alla Camera.gruppo-pezzopane
“Si realizza così – prosegue – un obiettivo preciso, caparbiamente costruito dall’ex Giunta di Massimo Cialente di cui sono stata orgogliosa assessora alla Cultura. Il ministro Franceschini diede la svolta nel 2014, a restauro già avviato, dopo una riunione indimenticabile al Ministero, costruendo con Giovanna Melandri il programma per la sede del Maxxi. Poi lavorammo in Parlamento per trovare le risorse con Paola De Micheli, che ho invitato a visitare il museo , lei mi aiutò a trovare i primi 2 milioni di euro a cui seguirono altri impegni finanziari. Sono stata felice di riabbracciare Giovanna Melandri perché insieme a Dario Franceschini sono state e saranno ancora due persone straordinarie, davvero convinte di dover andare avanti e sostenerci per L’Aquila. Sono felice di aver potuto con Dario Franceschini, Giovanna Melandri, Massimo Cialente, Giovanni Lolli, Pietro Di Stefano, Pietro Barrera, Sandra Vittorini pensare e realizzare questo grande progetto. Peccato che quando, come amministrazione comunale, decidemmo questa iniziativa, gli esponenti della destra la denigrarono. Ma noi guardiamo al futuro e costruiamo altri grandi progetti, perché la sfida alla crisi è proprio nelle idee, nei saperi, nella cultura che scende a terra e si fa tra le persone. Eravamo e siamo tutti orgogliosamente felici per questo importante risultato. Altrettanto importante è l’inaugurazione della sede del Nucleo Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale a L’Aquila, attiva dal primo marzo 2021, sempre alla presenza del ministro Franceschini. Il lavoro fatto negli anni, paga. Ora bisogna accelerare sugli altri contenitori culturali anche redigendo un piano regolatore degli spazi culturali e sociali perché L’Aquila punti sul suo patrimonio storico culturale e sappia coltivare idee nuove”.
Accanto ad allestimenti permanenti, le sale di Palazzo Ardinghelli ospiteranno mostre temporanee d’arte, architettura e fotografia, nonché talk, workshop, progetti educativi e attività di formazione.
Il MAXXI L’Aquila aprirà al pubblico il 3 giugno e fino al 31 dicembre 2021 l’ingresso sarà gratuito per i cittadini residenti in uno dei comuni della Regione Abruzzo..
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com