banner
banner

Isolati i primi casi di Covid-19 riconducibili alla variante Centaurus in Abruzzo. Si tratta di altrettanti pazienti del Teramano, i cui campioni sono stati sequenziati dagli esperti dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise ‘G. Caporale’
Al momento la variante prevalente resta Omicron, responsabile della quasi totalità dei casi. A differenza di quella al momento prevalente, che è una Voc (Variants of Concern), Centaurus è una cosiddetta Voi (Variants of Interest), cioè una variante d’interesse. In Abruzzo sono due le strutture che si occupano del sequenziamento dei campioni positivi: oltre allo Zooprofilattico c’è il Laboratorio di Genetica molecolare – Tes Covid-19 dell’Università di Chieti. Nell’area peligno-sangrino al momento non sono emersi casi riconducibili alla nuova variante.

Lascia un commento