banner
banner

SULMONA -“Abbiamo bisogno di politiche industriali che anche con il Pnrr si potranno rafforzare. Abbiamo bisogno, io credo, anche di norme che in qualche modo disciplinino il comportamento delle imprese che o entrano in crisi o decidono di ricollocarsi, perché credo che ci sia l’esigenza di mettere le istituzioni, lavoratori ma anche le imprese che lavorano nell’indotto, nella condizione di poter parare il colpo, ammortizzare la botta quando si va verso la chiusura. E questo credo sia una esigenza che, mi auguro, sia quanto più possibile condivisa da tutto il Governo e da tutta la maggioranza”. Lo ha detto il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Andrea Orlando, oggi a Sulmona per tenere a battesimo la Conferenza delle lavoratrici e dei lavoratori promossa dal Pd Abruzzo a Sulmona. 80 rappresentanti in tutto che chiedono salari equi e il rispetto dei diritti. “C’è in generale un tema che riguarda le politiche industriali che riguardano il nostro Paese e in particolare direttamente o indirettamente il settore dell’Automotive. Su questo tema io penso si debba costruire degli strumenti ad hoc che aiutino a gestire queste transizioni. Rincorrere crisi per crisi diventa sempre più difficile: oggi è necessario aprire un tavolo su tutto il comparto e su questa base costruire degli strumenti che ci servano anche per i prossimi decenni”- ha proseguito il Ministro parlando della Magneti Marelli prima di focalizzarsi sul green pass. Per Orlando il tampone gratis si è rivelato come un segnale sbagliato. (a.d’.a.)

banner

Lascia un commento