banner
banner

SULMONA – Strutture sensibili messe a dura prova dalla dilagante e irrefrenabile ondata estiva. Nelle ultime ore è esploso un focolaio nel reparto di medicina dell’ospedale di Sulmona che si è nei fatti trasformato in un’area Covid. Complessivamente sono 12 le positività riscontrate su otto pazienti, tre operatori socio-sanitari e un infermiere. Un quadro epidemiologico in via di assestamento che sta creando non pochi problemi in termini di tenuta del reparto, vista la cronica e annosa carenza di personale che si estende a macchia di leopardo su tutte le unità operative del nosocomio. La Medicina sta attualmente operando con due infermieri, uno nell’ala Covid e uno in quella “pulita”. Sono stati quindi predisposti percorsi separati nel reparto, diviso dalla porta centrale, onde evitare promiscuità di spazi. Ma il carico di lavoro diventa estenuante se si considera che gli operatori in servizio sono costretti alle doppie notti e a saltare i turni di riposo. Una situazione che scaturisce da una politica aziendale che non ha prodotto interventi incisivi per il potenziamento delle piante organiche. Dopo due anni di pandemia, in una stagione che dovrebbe frenare i “bollenti spiriti” del virus, lo scenario epidemiologico appare tutt’altro che roseo, complice l’annullamento di ogni misura di prevenzione. Dalla mascherina non più obbligatoria ai positivi che non osservano l’isolamento fino ad arrivare ai “furbetti del tampone”, ovvero i pazienti Covid che non si fanno tracciare e ricorrono al fai da te. Ecco che il dilagare del contagio mette a rischio il sistema, già provato da una carenza di personale che in tempi normali si scontra con il piano ferie. Le rilevazioni odierne non allentano la preoccupazione. Sul territorio si contano altri 133 casi, di cui ben 26 reinfezioni, così distribuiti:Sulmona 52, Castel di Sangro 14, Raiano 12, Introdacqua 8, Opi 4, Civitella Alfedena 4, Vittorito 3, Pescocostanzo 3, Pacentro 3, Castelvecchio subequo 3, Scanno 2, Roccacasale 2, Prezza 2, Pratola Peligna 2 Pettorano Sul Gizio 2, Pescasseroli 2, Molina Aterno 2, Villetta Barrea 1, Villalago 1, Secinaro 1 Scontrone 1 Roccaraso 1, Rivisondoli 1, Gagliano Aterno 1, Corfinio 1, Castel di Ieri 1, Bugnara 1 Ateleta 1, Anversa degli Abruzzi 1 Alfedena 1. Sulmona conserva il primato, staccando gli altri 30. Gli attuali positivi arrivano a quota 1426 con le guarigioni che risultano ancora le grandi assente poiché non sono state rese note. Sale anche il tasso di ospedalizzazione, per via del focolaio di medicina, con 12 attualmente degenti sul comprensorio.

Lascia un commento