banner
banner

SULMONA  (13.45 )– I consiglieri comunali Maurizio Balassone, Elisabetta Bianchi, Francesco Perrotta, Fabio Pingue, Roberta Salvati e Mauro Tirabassi all’esito della riunione di oggi annunciano di aver sottoscritto la mozione di sfiducia al Sindaco di Sulmona Annamaria Casini visto il perdurare di una lunga ed incomprensibile crisi che ha paralizzato l’attività amministrativa comunale, peraltro già esigua, gettando nella confusione totale la cittadinanza. E’ stata quindi protocollata questa mattina la richiesta di consiglio comunale straordinario e urgente nel corso del quale discutere la mozione. Domani stesso si riunirà l’Ufficio di Presidenza per attivare l’iter di convocazione dell’assise civica. Centrodestra, Italia Viva e Sbic depositano ufficialmente la mozione di sfiducia che, per essere approvata e mandare a casa il sindaco Annamaria Casini, necessita di nove voti in aula. Sui tempi della discussione è arrivata subito la reazione del consigliere comunale, Andrea Ramunno. “I calcoli elettorali prima della città. Ho proposto loro di fare un consiglio urgente la prossima settimana per chiarire le posizioni di ognuno ed eventualmente firmare immediatamente le dimissioni ma la risposta è stata che bisogna temporeggiare e discutere la mozione tra 10/12 giorni”- ha esordito il consigliere. In Consiglio Comunale, in ogni caso, cambiano gli assetti. Ieri la Presidenza del Consiglio Comunale ha autorizzato la costituzione del gruppo consiliare di Fratelli d’Italia. I consiglieri comunali Mauro Tirabassi ed Elisabetta Bianchi hanno richiesto la costituzione ai sensi dell’articolo undici dello statuto del Comune di Sulmona. Svolgerà le funzioni di capogruppo il consigliere Mauro Tirabassi. I due hanno esibito l’autorizzazione del commissario provinciale di Fratelli d’Italia, Pierluigi Biondi, per la costituzione del gruppo. Si concretizza quindi l’ipotesi che Onda Tg aveva avanzato due anni fa. Nella prossima seduta consiliare si procederà a prendere atto della costituzione di Fratelli d’Italia. Ma non finisce qui. I tre consiglieri dimasciani, dopo le vicende legate al Pd, potrebbero tornare ai rispettivi gruppi di appartenenza. Nel primo pomeriggio potrebbe essere formalizzata la nuova giunta comunale per “bloccare” la sfiducia e arrivare a fine mandato. Ai nomi anticipati ieri nell’edizione serale di Onda Tg ( Marina Bianco e Luigi Di Cesare( si sta trovando la convergenza su un’altra figura che potrebbe essere il Presidente del Consorzio di Bonifica, Salvatore Zavarella dopo la rinuncia di Giuseppe Ninu che era stato contattato ieri. Resterebbero invece nell’esecutivo Stefano Mariani e Manuela Cozzi. Al momento sono tutte indiscrezioni e si attendono sviluppi e ufficialità.

Andrea D’Aurelio

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com