banner
banner

PRATOLA PELIGNA – “L’arrivo dei Musp non è un ostacolo insormontabile”. A dirlo è il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini che nella gremita aula magna dell’Itis di Pratola Peligna ha incontrato ieri, nella sua seconda tappa della visita peligna, il sindaco Antonio De Crescentiis, i dirigenti scolastici, docenti e famiglie pratolane. “Qui a Pratola Peligna” ha spiegato il ministro “c’è questo ambizioso progetto del nuovo plesso scolastico, molto innovativo, e mi sembra opportuno che nel frattempo, per garantire tranquillità e sicurezza, si possano concedere i Musp, soluzione che mi sembra la migliore. L’amministrazione comunale sia rapida nell’indicare le somme necessarie e nell’espletare l’iter e il governo darà risposte concrete”. Il progetto del nuovo plesso scolastico, che piace a Giannini, è stato presentato nei minimi dettagli, con tanto di diapositive. A farsi portavoce delle istanze delle famiglie è stata Nunzia Liberatore che ha chiesto sicurezza, dal momento che la nuova scuola non si realizza dall’oggi al domani. A chiedere procedure più snelle in materia di edilizia scolastica, a nome di tutti gli amministratori del territorio, è stato il sindaco e Presidente della Provincia Antonio De Crescentiis. “Per le scuole si crei una normativa diversa che dia una canale preferenziale in modo tale che un giorno in meno per fare la gara d’appalto sia un giorno in più regalato alle famiglie”- incalza il primo cittadino. A premere l’acceleratore è anche il Dirigente Scolastico del Polo “Fermi” Massimo Di Paolo, sostenendo che “ristrutturazioni e interventi sulle scuole non possono avere tempi troppo lunghi”. Prima di lasciare Pratola Peligna il ministro ha salutato Chiara Di Censo, studentessa del “Fermi” e vincitrice delle Olimpiadi studentesche di Neuroscienze.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento