banner
banner

SULMONA – La Regione Abruzzo non rinnova e cessano le misure restrittive per i comuni peligni ma è in arrivo un nuovo provvedimento per le mascherine a Sulmona. Nel giro di 24 ore, nel territorio a rischio contagio, si è passati da un eccesso a un altro. L’ordinanza regionale che ha avuto vigore per sette giorni, a partire dal 9 settembre scorso, è infatti decaduta nei suoi effetti alla mezzanotte scorsa. La conferma arriva dalla Regione sottolineando che non ci saranno nuove ordinanze perchè dal comitato tecnico-scientifico non sono stati rilevati elementi che potessero giustificare la proroga delle misure di restrizione, visto che i focolai attivi a Sulmona e nel circondario sono tutti sotto controllo e che anche i nuovi casi fatti registrare in questi giorni non destano allarme. Naturalmente dalla Regione raccomandano l’osservanza delle regole di prevenzione, come lavaggio costante delle mani, uso della mascherina e distanziamento sociale e alle persone in isolamento controllato di attenersi alle indicazioni dell’Asl, in particolare per coloro che sono in quarantena di non abbandonare le proprie abitazioni o altre strutture dove stanno trascorrendo il periodo di isolamento. L’ordinanza ha riguardato i comuni di Sulmona, Pettorano sul Gizio, Bugnara e Lucoli, mentre Civita d’Antino l’ordinanza è stata già revocata nei giorni scorsi. Nessuna dichiarazione da parte dei vertici della Regione. Un cenno se lo aspettavano sia gli esercenti che le istituzioni locali. Intanto il sindaco di Sulmona, Annamaria Casini, annuncia che domani stesso provvederà al rinnovo del provvedimento per l’uso della mascherina obbligatoria in città, scaduta lo scorso 13 settembre. Il minimo sindacale verrebbe da dire anche se l’arma più grande per combattere il virus è sempre la quotidianità con il rispetto di regole e misure.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento