banner
banner

SULMONA – Il contagio risulta sotto il controllo del tracciamento, per dirla con le parole della prevenzione Asl, ma il virus continua a fare breccia sul territorio, soprattutto con i contagi in famiglia e con l’effetto della Pasqua che in questi giorni si sta manifestando sulla curva epidemiologica del Centro Abruzzo. Sono dieci i nuovi casi tracciati dalla Asl nella giornata del 16 aprile: 3 Sulmona ( di cui 1 non residente), 3 Castel Di Sangro, 2 Prezza, 1 Bugnara, 1 Roccaraso. Tra i positivi c’è anche il dipendente di una società pubblica I( che per ironia della sorte aveva terminato la quarantena con tampone negativo poco prima del contagio) e un minore di dieci anni, domiciliato a Castel Di Sangro, per il quale l’ufficio igiene e prevenzione ha proceduto ad attivare la sorveglianza per una classe quinta della scuola primaria del capoluogo sangrino. E’ il secondo provvedimento che riguarda le scuole dopo il ritorno sui banchi. I positivi della Valle Peligna, soprattutto tra Sulmona, Prezza e il giovane residente a Bugnara ma domiciliato in città, fanno riferimento al cosiddetto contagio domestico che ha prodotto, in alcuni casi, anche la richiesta di cure ospedaliere. Sono tre i ricoveri scattati nelle ultime 24 ore: un 84 enne di Sulmona e una 72 enne di Roccaraso, entrambi collocati nella Medicina Covid e un 71 enne di Sulmona trasferito in mattinata nella clinica San Raffale. Un caso quest’ultimo emblematico per l’incognita dei tamponi. L’uomo era stato trasportato ieri in ospedale per la sintomatologia Covid ma il suo tampone, processato nel nosocomio cittadino, aveva dato esito negativo. Tutto quindi faceva pensare a una negativizzazione, nonostante gli strascichi del virus. Tant’è che il 71 enne è stato trasferito dal pre triage al vicino pronto soccorso in attesa di ulteriori consulenze. Solo uno scrupolo del medico di turno, che ha disposto la Tac e un tampone molecolare, ha permesso di scoprire la persistente positività. Il sulmonese è stato quindi collocato temporaneamente nella shock room del pronto soccorso in attesa del trasferimento alla San Raffaele. Un fuori programma dovuto all’esito del tampone svolto in ospedale che, a quanto pare, si è rivelato un “falso negativo”. Si è creata quindi una legittima fibrillazione in reparto anche per i percorsi effettuati dal positivo in questione, fermo restando che ormai la preoccupazione si è allentata rispetto alla seconda ondata vista l’alta adesione dei sanitari alla campagna vaccinale. Ma tutte le misure di prevenzione saranno adottate. Infine, proprio sul fronte della vaccinazione, oggi sono state inoculate solo 150 dosi a Sulmona poiché a Pratola sono partire le operazioni per il trasloco nella palestra dello stadio Ricci. Per recuperare il rallentamento settimanale, dovuto alle scarse forniture, in città è stata programmata anche la seduta domenicale.
Andrea D’Aurelio

MAPPA ATTUALI POSITIVI
Sulmona 122, Pratola Peligna 42, Castel Di Sangro 44, Roccacasale 16, Corfinio 11, Raiano 9, Pacentro 8, Campo Di Giove 7, Introdacqua 7, Vittorito 7, Alfedena 7, Bugnara 6, Roccaraso 6, Pescocostanzo 5, Barrea 4, Scontrone 4, Rivisondoli 3, Prezza 3, Pettorano 3, Ateleta 2, Villetta Barrea 2, Anversa degli Abruzzi 1, Cocullo 1, Scanno 1
Più positivi fuori ambito

banner

Lascia un commento