banner
banner

SULMONA – È stato operato nella giornata di ieri l’assistente capo di Polizia Penitenziaria aggredito nella serata di domenica, nel carcere di piazzale Vittime del Dovere, da un detenuto camorrista ubriaco, assieme ad altri due colleghi. Il poliziotto 51 enne, preso a pugni in pieno volto, ha subito un intervento chirurgico al setto nasale, fortunatamente eseguito con successo. Ne avrà almeno per trenta giorni, senza considerare le consulenze sanitarie e gli accertamenti del caso. Una violenta aggressione che è stata perpetrata, senza un perché, nella serata di domenica mentre il camorrista probabilmente era sotto effetto dell’alcol. Le organizzazioni sindacali, UIL Pa in primis, hanno chiesto nei giorni scorsi l’immediato trasferimento del detenuto aggressore. Operazione che andrebbe eseguita in fretta tenendo conto che, l’altro giorno, l’assistente capo e il suo aggressore si sono rivisti in ospedale mentre si sottoponevano ad alcuni esami. E’ saltato intanto l’incontro che era previsto per oggi in Prefettura sulla carenza di organico in carcere. Una vertenza che continua a tenere banco soprattutto all’indomani del grave fatto di cronaca. (a.d’.a.)

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com