banner
banner
banner

SULMONA – “Siamo pronti ad aggiustare il tiro e dare le spiegazioni che servono. È stato utile e necessario. Ci siamo attenuti a una procedura principalmente tecnica. Se i dati si manterranno come quelli di ieri ed oggi, siamo pronti ad alleggerire, altrimenti, speriamo di noi, le inaspriremmo”. Così il presidente della Giunta regionale abruzzese, Marco Marsilio, di Fratelli d’Italia, nel commentare il provvedimento di restrizione in cinque comuni della Valle Peligna, interessati da giorni da focolai, tra cui Sulmona, Bugnara e Pettorano sul Gizio. “Non ho sentito e raccolto polemiche – spiega ancora -, anzi, ho ricevuto ringraziamenti da parte di alcuni sindaci per come stiamo gestendo la situazione. Abbiamo fatto semplicemente il nostro dovere, con misure adeguate e proporzionate”. La serie di polemiche e segnalazioni però continuano ad arrivare soprattutto per la confusione che si è generata intorno alla dicitura “eccetera” che rende il provvedimento generico e non dettagliato. Le reazioni a catena si susseguono mentre dalla Regione annunciano di voler monitorare la curva dei contagi per restringere il campo delle misure o, al contrario, ampliarlo. (a.d’.a.)

banner

Lascia un commento